Home Concept

CONTESTO

In un contesto edilizio, quello friulano, ancora troppo legato all’ abitazione tradizionale e timidamente aperto all’innovazione architettonica, la “matita” dell’ arch. Guarneri propone delle case che possano esprimere emozione attraverso l’uso della luce solare portata all’interno. Case i cui ambienti non siano costretti solamente dalle pareti, ma luoghi vitali con gli interni che proseguono all'esterno, mediati da ampie vetrate intese come fragili diaframmi fra dentro e fuori, la cui trasparenza permetta di accentuare il senso di libertà e simbiosi con il paesaggio naturale esterno .

 

CONCEPT PROGETTUALE

La luce naturale, i riflessi dell'acqua e I'ariosità, sono gli elementi guida nella progettazione di un’abitazione dell’architetto Guarneri.

La pianta libera, intesa come luogo in cui si sviluppa la vita, diventa pertanto l'intero lotto di terreno, generata dalla compenetrazione degli ambienti interni e spazi esterni, questi ultimi concepiti come vere o proprie stanze all’aperto.

La zona giorno è concepita come un ampio e unico spazio pensato come successione armonica di ambienti che confluiscono l’uno nell’altro, comunicanti fisicamente e visivamente, contraddistinti dalla presenza di ampie vetrate a tutt’altezza che oltre garantire ampia luminosità e soleggiamento, permettono altresì un diretto contatto visivo con l’ambiente naturale esterno.

I bianchi ambienti interni sono inondati dalla luce solare, diretta o talvolta riflessa da uno specchio d'acqua, che lambisce i vetri.

Ogni zona della casa ritrova così una sua corrispondenza all'esterno attraverso un patio o un porticato che durante i mesi estivi sono completamente aperti grazie a grandi aperture vetrate , generando degli ambienti senza soluzione di continuità fra interno ed esterno.

Quando non è possibile sviluppare l’abitazione solamente al piano terra, vi è particolare cura anche nella collocazione altimetrica delle varie zone su più livelli  : il piano terra per la zona giorno, il p. rialzato per la zona notte, il p. primo per la biblioteca su ballatoio nella doppia altezza del soggiorno, il p. seminterrato per lo studio, la zona hobby o la taverna e l’interrato per i locali accessori.

La differenziazione altimetrica è chiaramente riscontrabile anche negli alzati, nei quali gli elementi fortemente verticali si contrappongono in modo deciso ad elementi orizzontali originando un movimentato sky-line, dove l’apparente imponenza volumetrica, viene volutamente “ rotta ed alleggerita ” dalle vetrate (talvolta semplici fessure) e dai volumi vuoti di portici o patii .

 
Iscritto All'ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della provincia di Udine albo sezione A/a - n 896.
Studio di Architettura via Leonardo Da Vinci 6 Basaldella di Compoformido 33030 Udine Telefono e Fax 0432-561749 Cellulare 335-8368661